Penn G-2

 PDF
  • Penn G-2 Creeping Bentgrass ha rivelato un nuovo standard per uniformità di superficie di putt conseguente alla densità elevata dei culmi a crescita verticalea ed alla tessitura finissima del manto erboso.
  • Adatta sui greens, tees e fairways.
  • Penn G-2 mostra buona tolleranza alle malattie fungine, alta tolleranza al caldo ed al freddo, oltre ad essere molto competitiva nei confronti delle infestanti ed in particolare della Poa annua.

 Si è detto che queste cultivars della nuova generazione sono differenti e debbono essere gestite in modo particolare. E’ vero: Penn G-2 richiede meno fertilizzanti, meno acqua, meno babysitting delle vecchie varietà a cui i Superintendents sono abituati. In altre parole miglior risultato e meno problemi. Selezionate per esprimere i caratteri botanici delle varietà pioniere, forti e resistenti, che si adattano alle condizioni più sfavorevoli. Producono una superficie di putting perfetta senza richiedere alti budget manutentivi.

Penn-G-2-bucketLe dosi qui indicate di fertilizzazione annua di Penn G-2 si riferiscono alla manutenzione ordinaria, dopo il periodo di impianto.Benchè frutto della esperienza di molti Superintendents esse sono indicative e debbono essere confermate da analisi del suolo per ogni singola situazione. Regola di base è applicare il fertilizzante a dosi leggere e frequenti sia attraverso l’uso della fertirrigazione, o di fertilizzanti a granulo micro per greens integrati o sostituiti nelle stagioni di bassa crescita con fertilizzanti liquidi o solubili.

Circa 40 grammi/100 m2 di azoto ogni 14 gg secondo il ciclo di crescita locale. La quantità di Azoto annua non deve superare 1 o 2 kg , il fosforo   da 1 a 1,5 kg, il potassio da 3 a 5 kg. L’ analisi tissutale e l’analisi del suolo indicano la quantità necessaria di microelementi, che può essere stimata in almeno 1 trattamento annuo in primavera con prodotto specifico da greens.